Visitatori - Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password?
Clicca sulla tua area:
Visitatori - Giornalisti

I protagonisti

 

Francesco Lucchese

Architetto, Fondatore

Nota biografica

Nasce in provincia di Messina nel 1960. Architetto al Politecnico di Milano nel 1985, inizia la sua carriera ricevendo il 1° premio ADI con un progetto di sedia pieghevole, Traslazione, per il Gruppo Industriale Busnelli. Founder nel 1986 dello Studio Lucchese Design a Milano lavora in tutto il mondo, con una
grande capacità di adattarsi ai diversi contesti culturali in cui opera. L’attività dello studio copre tre principali aree: product design, architettura e interior design, brand identity design (immagine coordinata e
progetto grafico). L’apertura nel 2014 della nuova sede a Nanchino in Cina rende lo studio competitivo per
l’offerta sul mercato asiatico. Numerosi sono i prodotti disegnati per aziende italiane e internazionali nei settori arredo, illuminazione, bagno e finiture superficiali, tra cui: Venini, Salviati, Nason & Moretti; Swan, Molteni, Misuraemme, Ghidini; Fabbian, Vistosi, Egoluce; LB, Luce di Carrara, Graniti Fiandre. E nel settore bagno: Villeroy & Boch, Antonio Lupi, Hatria, Olympia Ceramica, Antrax, Inda, Rapsel. Il radiatore 08 di Antrax ha vinto il Design Plus 2009 e il Red Dot Design Award 2010. Tra gli interventi architettonici più rilevanti si segnalano: il “Zidong Design Hotel” a Nanjing, Cina (2013/2015), il multisala “Cineplex” (2005/06) e il boutique hotel “Les Fleurs” (2005/07) a Sofia, Bulgaria. Alla libera professione, Francesco Lucchese affianca dal 2001 la docenza al Politecnico di Milano, presso la Facoltà del Design.

 

Nicola Leonardi

Ingegnere

Nota biografica

Dal 2001 CASA EDITRICE – CENTAURO S.R.L. - Bologna - Editore

2001: crea il progetto editoriale “THE PLAN”, una rivista bimestrale nel settore dell’Architettura e del Design, con 6 numeri periodici e 2 Speciali per un totale di 8 numeri l’anno, e una diffusione complessiva, ad oggi, intorno alle 38.000 copie, distribuite in tutto il mondo, nei canali delle librerie, edicole ed in abbonamento. Carica: direttore

2003: crea il progetto editoriale “THE PLAN EDITIONS”, per la pubblicazione di volumi e monografie di architettura, design ed arte. Ad oggi realizzati diversi volumi di architettura e design tra i quali:
- Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana (in coedizione con la Fondazione Triennale di Milano, 2003)
- Mario Cucinella - Works at MCA (2004)
- BRT Architekten - Office Buildings (2005)
- Interiors (2006)
- Oval – lo Stadio del ghiaccio delle Olimpiadi di Torino (2006)
Con una tiratura tra le 3.500 e le 5.000 copie, distribuiti in tutto il mondo, nelle più importanti librerie di architettura, design e arte. Carica: direttore editoriale

2008: parte l’accordo editoriale per la pubblicazione di collane di volumi tematici tra THE PLAN EDITIONS e Thames & Hudson per il mercato internazionale, Scriptamaneant per il mercato Italiano. Carica: direttore editoriale. Volumi ad oggi pubblicati: New Forms, Shape, Color, Material.

2008: crea il progetto di THE PLAN – Urban Development, che si affianca a The Plan come numero Speciale della rivista. Carica: direttore

Principali attività:

- Sviluppo strategico dei progetti editoriali e dei relativi business plan
- Pianificazione, organizzazione e coordinamento del Team Editoriale
- Valutazione e scelta critica dei progetti ed articoli da pubblicare
- Marketing, comunicazione e promozione
- Impostazione e gestione dei rapporti pubblicitari e della distribuzione
- Relatore a conferenze in Italia ed all’Estero, tra le quali:

In Italia:
- Ad oggi numerose conferenze tenute presso Facoltà Universitarie, Convegni ed Eventi di Architettura

All’Estero:
- Conferenza “The Plan – una rivista internazionale” (Convegno Nazionale dell’AIA, Boston Convention Centre, 2008)
- Conferenza “Il Mondo dell’Editoria di Architettura: la prospettiva Europea” (Università di Yale, Scuola di Architettura, Gennaio 2006)
- Conferenza di Presentazione del Volume “BRT Architekten – Office Buildings” (Fiera Mipim, Cannes, Marzo 2005 e Amburgo, Giugno 2005)
- Conferenza “The Plan: un Caso Editoriale in Europa” (AA - Architectural Association, Londra, 2003)

Moderatore e Relatore a conferenze ed eventi legati all’architettura, tra i quali:
- Convegno “Osservatorio Immobiliare”, organizzato da Seci e Galotti (Bologna, 2008)
- Conferenza di Odile Decq, ODBC (Roma, 2008)
- Conferenza in occasione del convegno IASS (Venezia, 2008)
- Conferenza “Costruire l’architettura con l’Acciaio”, con Mario Cucinella, Massimo Majowiecki, Luigi Marchesini, Brian Ford (Bologna, 2007)
- Relazione introduttiva e dialoghi di architettura, con Tommaso Valle, Aldo Cibic, Paolo Desideri, Jurgen Mayer, Blaine Brownell, Mario Cucinella, Antonio Citterio, Piero Lissoni (LEAF Forum, Roma, 2007)
- Conferenza “Architettura ed Acciaio”, con Hadi Teherani, Mario Cucinella (EIRE, Milano, 2007)
- Conferenza di Jorgen Sondemark, 3XN (Triennale Milano, 2006)
- Conferenza di Hadi Teherani, BRT Architekten (Dubai, 2006)
- Conferenza di Jan Kaplicky, Future Systems (Firenze, 2005)
- Conferenza di Richard Rogers (Verona, 2004)
- Conferenza di Mario Bellini (Verona, 2004)

- Advisor del Premio “Medaglia d’oro all’architettura Italiana” (Fondazione Triennale, Milano, Edizioni 1997-2003, 2004-2006 e 2008).

- Membro di Giuria in Concorsi e Premi di Architettura nazionali ed internazionali, tra cui:
- World Architecture Festival Award (London-Barcelona, 2009)
- Ecole Special d’Architecture Award (Parigi, 2008)
- Energy Performance + Architecture International Award (Parigi, 2007)
- Concorso di idee per il nuovo Polo Intermodale di Modena (Università di Bologna, 2007)
- Leading European Architects Forum (LEAF) International Award (Dubai, 2006 e Berlino, 2009)
- Concorso ad inviti “Bella Fuori” per un intervento urbano, promosso dalla Fondazione del Monte (Bologna, 2006)
- Concorso ad inviti per l’ampliamento della sede dell’azienda GD (Bologna, 2006)
- Premio “Architettura e Vetro” (Milano, 2005 e Milano, 2007).

- Sostenitore, come Media Partner, di eventi di architettura, tra i quali:
- LEAF – “Leading European Architects Forum” (Barcellona, 2005 - Dubai, 2006 – Roma, 2007 – Dublino, 2008 – Berlino, 2009)


2000 STUDIO DI PROGETTAZIONE “OPEN PROJECT s.r.l.” Bologna - Progettista
Progettazione architettonica integrata, ed analisi di fattibilità, in qualità di project leader, del progetto “Nuovo Mercato dei Fiori”, Genova

ISTRUZIONE

2000 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - Esame di Stato per Ingegnere Edile

1993 - 1999 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA, FACOLTA’ DI INGEGNERIA - Corso di Laurea in Ingegneria Edile, 100/100

1991 - 1993 LICEO CLASSICO LUIGI GALVANI - Bologna - Secondo e Terzo Anno, Maturità Classica, 58/60

1988 - 1991 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI - Udine - Ginnasio e Primo Anno di Liceo

 

Vincenzo Latina

Architetto

Nota biografica

Vincenzo Latina, è professore presso l'Università degli Studi di Catania. Ha insegnato presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio.
Ha esposto le sue opere in più edizioni della Mostra Internazionale di Architettura alla Biennale di Venezia.
Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti:
nel 2015 vince il premio attribuito dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori, “Premio Architetto Italiano 2015”;
nel 2013 vince il Premio ARCH&STONE'13 Architetture in pietra del nuovo millennio. Premio Internazionale – 2 ^ edizione. Botticino;
nel 2012 viene invitato a partecipare alla I e II fase del “Mies Van der Rohe Award”, Barcellona 2013;
vince la “Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2012” della Triennale di Milano.

 

Vincenzo Latronico

scrittore

Vincenzo Latronico, romanziere e traduttore, ha pubblicato tre romanzi con Bompiani (Ginnastica e rivoluzione, 2008; La cospirazione delle colombe, 2011; La mentalità dell'alveare, 2013) e un libro di viaggi con Quodlibet Humboldt (Narciso nelle colonie, 2013); Insegna alla Scuola Holden e scrive regolarmente su IL - Il Sole 24ORE, Rivista Studio e su Frieze. Vive a Milano.

 

Francesco Librizzi

architetto

nota biografica
Architetto. Nato a Palermo nel 1977, vive e lavora a Milano dove, dal 2005, guida il Francesco Librizzi Studio. Dopo la formazione presso Facoltà di Architettura di Palermo e gli esordi professionali in Luceplan con Paolo Rizzatto, oggi è riconosciuto come uno degli autori d’interni e allestimenti più innovativi della nuova generazione di progettisti italiani.
Ha ricevuto premi e riconoscimenti come il Prix Émile Hermès (2008) e la Menzione d’Onore Compasso d’Oro (2014).
Il suo lavoro è stato esposto presso il Louvre di Parigi, la Triennale di Milano e la Biennale di Venezia oltre a d essere stato pubblicato su numerose riviste e media internazionali di architettura e costume come Domus, Abitare, Lotus, Wallpaper, Dezeen. Alcune delle sue architetture d’interni come Casa G, cover project di Abitare 538, hanno incontrato un grande successo di pubblico e critica, guadagnando riconoscimenti prestigiosi (“AZ Awards2015, Best Residential Interior" , “Premio Archmarathon 2015, Private Housing”).
Il suo peculiare approccio al progetto lo ha portato a progettare allestimenti per istituzioni di valore assoluto. Tra i casi più significativi il Padiglione Italia alla XII Biennale di Architettura di Venezia nel 2010, il Padiglione del Bahrain alla XIV Biennale di Architettura di Venezia nel 2012 e la mostra “Gino Sarfatti: il design della luce” alla Triennale di Milano del 2012, l’installazione dedicata a Bruno Munari, per la VI edizione del Triennale Design Museum nel 2013. In occasione della XXI Triennale di Milano, (2 aprile - 2 settembre 2016), sarà uno degli 11 autori invitati da Beppe Finessi a progettare uno spazio speciale per la mostra “Stanze. Nuove filosofie dell’abitare”.
Dal 2008 collabora con istituzioni universitarie e accademie di design in Italia e all’estero. Attualmente ricopre l’incarico di Guest Professor in Architettura degli Interni presso il Master Interior and Living Design di Domus Academy e presso la Facoltà di Architettura di Genova.

 

Ugo La Pietra

Architetto

nota biografica
Nato a Bussi sul Tirino (Pescara) nel 1938, originario di Arpino (Frosinone), vive e lavora a Milano, dove nel 1964 si laurea in Architettura al Politecnico. Architetto di formazione, artista, cineasta, editor, musicista, fumettista, docente, dal 1960 si definisce ricercatore nel sistema della comunicazione e delle arti visive, muovendosi contemporaneamente nei territori dell’arte e del progetto. Instancabile sperimentatore, ha attraversato diverse correnti (dalla Pittura segnica all’arte concettuale, dalla Narrative Art al cinema d’artista) e utilizzato molteplici medium, conducendo ricerche che si sono concretizzate nella teoria del “Sistema disequilibrante” – espressione autonoma all’interno del Radical Design – e in importanti tematiche sociologiche come “La casa telematica” (MoMA di New York, 1972 – Fiera di Milano, 1983), “Rapporto tra Spazio reale e Spazio virtuale” (Triennale di Milano 1979, 1992), “La casa neoeclettica” (Abitare il tempo, 1990), “Cultura Balneare” (Centro Culturale Cattolica, 1985/95). Ha comunicato il suo lavoro attraverso molte mostre in Italia e all’estero, e in diverse esposizioni alla Triennale di Milano, Biennale di Venezia, Museo d’Arte Contemporanea di Lione, Museo FRAC di Orléans, Museo delle Ceramiche di Faenza, Fondazione Ragghianti di Lucca, Fondazione Mudima di Milano, Museo MA*GA di Gallarate. Da sempre sostiene in modo critico con opere e oggetti, con l’attività teorica, didattica ed editoriale la componente umanistica, significante e territoriale del design.

Cronologia delle ricerche 1959/60 Inizia la “ricerca segnica” in pittura, tesa al recupero di un minimo sperimentale simbolico. 1962 Fonda con A. Ferrari, E. Sordini, A. Verga e A. Vermi il Gruppo del Cenobio. 1968 Progetta e realizza l’“Ambiente Audiovisivo” alla XIV Triennale di Milano. 1969 Vince i premi di pittura: I° Premio Termoli, II° Premio Joan Miró, I° Premio Cesare da Sesto. Partecipa alla IV Settimana di Pittura al Museum Johanneum di Graz. Realizza un intervento urbano per la manifestazione “Campo Urbano” a Como. 1970 È invitato alla mostra sperimentale della XXXV Biennale di Venezia. 1971 Progetta strumenti audiovisivi urbani per Trigon 71 a Graz (Austria). 1972 Partecipa alla mostra “Italy: The New Domestic Landscape” al MoMA di New York con l’ambiente “La cellula abitativa”; sviluppa opere e realizza mostre all’interno dell’area artistica “La Nuova Scrittura”. 1973 Membro fondatore della Global Tools. È invitato alla XV Triennale e realizza il film La grande occasione. 1973- 1975 Direttore artistico della casa editrice Jabik & Colophon di Milano. 1975 Vince il I° Premio al Festival del Cinema di Nancy. 1976 Partecipa alla XXXVII Biennale di Venezia nella sezione “Ambiente come sociale” (E. Crispolti). 1978 Partecipa alla XXXVIII Biennale di Venezia nelle sezioni “Cinema d’artista” (V. Fagone), “Utopia, crisi dell’architettura. L’architettura radicale” (L.V. Masini). 1979 Vince il Compasso d’Oro con il progetto “L’occultamento”. Curatore della mostra “Spazio reale / Spazio virtuale”, Triennale di Milano. 1980 Curatore, con Gianfranco Bettetini, della mostra “Cronografie”, progetto speciale alla XXXIX Biennale di Venezia. 1981 Co-curatore e allestitore della mostra “Lo spazio scenografico nella televisione italiana” alla XVI Triennale di Milano. 1983 Curatore (con G. Bettetini e A. Grasso) della mostra “La casa telematica” alla Fiera di Milano. 1986-1997 Art director delle mostre culturali e sperimentali della manifestazione “Abitare il tempo”. 1992 Curatore del settore “La vita tra cose e natura, sezione ‘naturale virtuale’” alla XVIII Triennale di Milano e realizza l’installazione “Paesaggio Mediterraneo” presso il Musée d’Art Contemporain de Lyon, Quadriennale Internationnale de Design. 1997 Organizza la mostra personale “Frammenti”, con oggetti in mosaico presso la Fortezza da Basso a Firenze. 2001 “Terre mediterranee”, una personale alla Fondazione Ragghianti di Lucca. 2002 “La nuova territorialità”, alla Rocca Paolina di Perugia. 2005 Tutti i sui film vengono acquisiti dalla Fondazione Cineteca Italiana che organizza una rassegna presentata da Vittorio Fagone; Luciano Caramel è curatore di una sua mostra presso la Fondazione Umberto Mastroianni di Arpino (FR) e Frosinone. 2007 Partecipa alle mostre dedicate agli anni Settanta al Museo Villa Croce di Genova (“In pubblico, azioni e idee degli anni Settanta in Italia”), alla Triennale di Milano (“Anni Settanta. Il decennio lungo del secolo breve”), alla Mole Vanvitelliana di Ancona (“Osservare il pensiero riflesso”); realizza due installazioni “Itinerari siciliani” e “Unità del Mediterraneo” presso il Museo del Mediterraneo Fondazione Orestiadi di Gibellina. 2008 Realizza un’ampia retrospettiva presso la Fondazione Mudima di Milano, curata da Vittorio Fagone; partecipa alla mostra “Scultura Internazionale ad Agliè. Scultura Natura. Oriente Occidente” invitato da Luciano Caramel. 2009 Il FRAC Centre di Orléans gli dedica una personale sui progetti di architettura degli anni Sessanta-Settanta; realizza un’ampia mostra sulla sua opera ceramica al Museo di Castellamonte e al MIC di Faenza e, nel 2010, al Museo Hoffmann di Caltagirone, anno in cui presenta altre due mostre personali dedicate alla ceramica a Torino e Albisola. Partecipa alla mostra “Radical memories” ad Ascoli Piceno. 2011 Realizza un’ampia retrospettiva alla Galleria Mercier di Parigi; presenta la mostra “Abitare la città. Il futuro di ieri, per una nuova territorialità”, al Museo MIAAO, Torino a cura di Enzo Biffi Gentili. 2012 Partecipa alla mostra “Addio Anni Settanta” organizzata a Palazzo Reale di Milano, alla mostra “Radical City” organizzata all’Archivio di Stato di Torino. La Fondazione Mudima gli dedica una personale dal titolo “Abitare a Milano” che raccoglie opere e interventi all’interno del territorio milanese. Partecipa alla mostra “Lo Sguardo Espanso. Cinema d’artista italiano in mostra (1912-2012)” alla Fondazione Rocco Guglielmo di Catanzaro. 2013 Partecipa alla mostra “Nel segno del segno. Dopo l’Informale. Il Gruppo del Cenobio” presso la Galleria del Credito Valtellinese di Milano a cura di Luciano Caramel, “Artisti nello spazio” alla Fondazione Rocco Guglielmo di Catanzaro e “Environments and Counter Environments. ‘Italy: The New Domestic Landscape,’ MoMA, 1972” alla Graham Foundation di Chicago. Presenta le mostre personali “Itinerari” alla Galleria Ca’ di Fra di Milano e “Tracce. La mia territorialità” al Museo della Ceramica di Mondovì. 2014 La Triennale di Milano gli dedica una grande monografica dal titolo “Ugo La Pietra. Progetto disequilibrante” a cura di Angela Rui. Presenta la mostra “Interno / Esterno” alla Galleria Antonia Jannone, Milano. 2015 Presenta le mostre personali “Il verde risolve!” alla Galleria Il Chiostro Arte Contemporanea di Saronno, “Strutturazioni tissurali” alla Galleria E3 di Brescia e partecipa alla mostra “Earthrise” al PAV di Torino su invito di Marco Scotini.

Attività didattica Dal 1964 ha svolto attività didattica presso le Facoltà di Architettura di Milano, Pescara, Palermo, Torino, Venezia, Milano; al Politecnico di Milano, Scuola del Design; all’Istituto d’Arte di Monza; all’ISIA di Faenza; all’Istituto Europeo di Design di Milano; alla NABA di Milano; all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano; dal 2000 al 2005 ha diretto il Dipartimento “Progettazione Artistica per l’Impresa”, da lui fondato, all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Dal 2009 è professore a contratto al Politecnico di Milano, Scuola del Design e alla NABA di Milano. Tiene seminari e workshop in numerose Università e Accademie in Italia e all’estero.

Principali Pubblicazioni Il sistema disequilibrante, ed. Toselli, Milano 1970; La guida alternativa per la città di Milano, monografia, ed. Progettare INPIÙ, Milano 1974/75; Autoarchiterapia, ed. Jabik & Colophon, Milano 1975; Istruzioni per l’uso della città, ed. Associazione Culturale Plana, Milano 1970; Spazio reale-Spazio virtuale (Lo Spazio audiovisivo nella XIV Triennale di Milano) ed. Marsilio Venezia 1980; Pro-memoria, ed. Katà, Milano 1982; Abitare la città, ed. Alinea, Firenze 1983; La casa telematica, ed. Katà, Milano 1984; Il giardino delle delizie, ed. Alinea, Firenze 1986; Argomenti per un dizionario del design italiano, Franco Angeli Editore, Milano 1987; Gio Ponti l’arte s’innamora dell’industria, ed. Coliseum, Milano 1988, ed. Rizzoli 1993; Domesticarte, ed. Alinea, Firenze 1988; Casa Aperta, Giardino all’Italiana ed. Alinea, Firenze 1989; Ugo La Pietra, ed. G.G., Barcellona 1991; Ad Arte, ed. Alinea, Firenze 1995; Fatto ad Arte, ed.Triennale di Milano 1997; Pietre Marmi e Mosaici, ed. Alinea, Firenze 2002; La vita è una cuccagna, ed. Alinea, Firenze, 2003; Ad Arte. Tradizione e Innovazione nell’Artigianato Artistico Lombardo, ed. Cestec, Regione Lombardia, 2004/2006; Globo tissurato. 1965-2007, ed. Alinea, Firenze, 2007; Abitare la città, ed. Allemandi, Torino 2011; Attrezzature urbane per la collettività, ed. Corraini, Mantova, 2013; Interno / Esterno, ed. Corraini, Mantova, 2014; Il verde risolve!, ed. Corraini, Mantova, 2015; Odori e sapori, Ed. Galleria Nuages, Milano, 2015; Abitare con Arte. Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design, ed. Corraini, Mantova, 2015.

Attività editoriale È stato redattore di settore delle riviste “Domus”, “D’ARS” e “AU”. È direttore creativo della rivista “Mestieri d’Arte”. Ha animato e diretto: “In. Argomenti e immagini di Design”, “Global Tools”, “Progettare INPIÙ”, “Brera Flash”, Fascicolo”, “Area”, “Abitare con Arte”, “Artigianato tra Arte e Design”.

 

Andrea Langhi

Nota biografica
Architetto, da sempre specializzato nell’ideazione e progettazione, in Italia e all’estero, di locali di entertainment e per il mercato dei consumi fuoricasa. E’ docente degli innovativi HoReCa Workshop, nuovi corsi di "Architettura & Marketing" organizzati a Milano, rivolti ad architetti e imprenditori e dedicati al rapporto tra progettazione e mercato nel settore dell’HoReCa – Hotel Restaurant Cafè.

 

 

Filippo Lancellotti

Avvocato

Nota biografica

L’avvocato Filippo Lancellotti, iscritto all’Albo degli Avvocati di Modena dal 1980, svolge attività professionale, di consulenza e di difesa giudiziale, in ambito civilistico, con particolare attenzione alle tematiche poste dai contratti di vendita e di appalto, dal rapporto di agenzia e dall’organizzazione di manifestazioni fieristiche.
E’ ammesso all’esercizio davanti alla Cassazione ed alle Superiori Giurisdizioni ed è revisore contabile.
Ha collaborato alle pubblicazioni “Le contestazioni nella posa delle piastrelle ceramiche” (Ed. Int. Centro Ceramico, Bologna, 1984) e “Guida alla valutazione tecnica delle piastrellature di ceramica” (Ed. Centro Ceramico, 2014) ed è autore di un articolo dal titolo “Per il compenso del CTU responsabilità solidale delle parti” pubblicato sul numero di marzo 2011 della rivista “Il tecnico legale” (Ed. Il Sole 24 Ore).
Di recente ha partecipato, come relatore, all’evento formativo “Progettazione e posa delle piastrellature. Gestione tecnica –nell’ambito di consulenze e CTU- di eventuali problematiche di qualità o durabilità delle piastrellature”, accreditato dall’Ordine degli Architetti di Modena e tenutosi a Sassuolo nell’aprile 2014.

 

Marco Lampugnani

Progettista e partner di Snark Space Making
Nota biografica
1981. Ho seguito una formazione da architetto ma le persone oggi mi chiedono essenzialmente di essere aiutate nella gestione del loro ruolo nella sfera pubblica. Sono amministratori, aziende, ONG, privati. A volte l’architettura e i suoi ambiti possono offrire modalità di gestione. Sono cofondatore di Snark Space Making. Sostenendo che lo spazio pubblico è sempre più un prodotto della negoziazione continua tra soggetti, luoghi e autorità piuttosto che un’entità immobile, Snark si impegna ad analizzare e stimolare questa produzione in vari modi. Snark è una rete interdisciplinare aperta che coinvolge architetti, urban planner, geografi, semiologi, economisti e giornalisti ed è attiva nel settore privato e pubblico, su piccola e larga scala.I miei interessi di ricerca riguardano il ruolo delle pratiche di collaborazione nei processi d’innovazione del design. Ho fatto ricerca anche nell’ambito del patrimonio storico-bellico, delle strategie per la bonifica di edifici abbandonati e del cambiamento nel ruolo delle pratiche di progettazione nella contemporaneità.
Ciò che più mi piace è collaborare.
 

Antonello La Vergata

Docente Storia della filosofia, Università di Modena e Reggio Emilia
È professore ordinario di storia della filosofia all’Università di Modena e Reggio Emilia e Presidente della Società Italiana per lo studio dei rapporti tra scienza e letteratura (SISL). I suoi studi riguardano i rapporti tra filosofia, scienza e ideologie politiche, con particolare riferimento all’evoluzionismo e ai temi della guerra, dell’aggressività e dell’ambiente. Tra le sue principali pubblicazioni: L’equilibrio e la guerra della natura. Dalla teologia naturale al darwinismo, Napoli, Morano, 1990; Nonostante Malthus. Fecondità, popolazioni e armonia della natura, 1700-1900, Torino, Bollati Boringhieri, 1990; Guerra e darwinismo sociale, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2005; Colpa di Darwin? Razzismo, eugenetica, guerra e altri mali, Torino, Utet Libreria, 2009-
 

Filippo La Porta

Critico Letterario
Critico e saggista, è nato il  3/9/1952 a Roma, dove risiede.
E’ docente per un corso di letteratura   italiana contemporanea  all’Università Luiss di Roma per un master di  scrittura creativa  all’Università di Napoli Sant’Orsola.
Insegna scrittura e analisi del linguaggio  all’Istituto  del Design Europeo e all’Istituto per comunicatori Montecelio e in qualità di visiting professor all’università di Cagliari tiene un corso di introduzione ai generi.
Collabora regolarmente   a  “Corriere della sera”,  “Repubblica  XL” ,  “Messaggero”, “Riformista”. Ha una rubrica su “Left”.
Per quanto riguarda l’editoria è membro  del comitato editoriale della Gaffi Editore di Roma
Fra le sue pubblicazioni si segnalano:
La nuova narrativa italiana(1995  e nuova edizione 1999) Bollati Boringhieri;
Non c’è problema. Divagazioni morali su modi di dire e frasi fatte Feltrinelli 1997;
Manuale di scrittura creatina Minimum Fax 1999;
Narratori di un Sud disperso L’Ancora 2000;
Pasolini, uno gnostico innamorato della realtà Le Lettere 2002;
L’autoreverse dell’esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile (Bollati Boringhieri 2005);
Maestri irregolari(Bollati Boringhieri 2007); vincitore del premio De Lollis di Chieti;
Dizionario della critica militante, con Giuseppe Leonelli(Bompiani 2007);
Diario di un patriota perplesso negli Usa   e/o   2008;
E’ un problema tuo, Gaffi, 2009;
Uno sguardo sulla  città(Donzelli) – 23 interviste a scrittori italiani sulla loro città (Donzelli 2010);
In inglese:
"The Horror Picture Show and the Very Real Horrors: about the Italian Pulp" in Stefania Lucamante, ed. The New Narrative of the Giovani Cannibali Writers 57--75 (Fairleigh UP, 2001)...
An essay about Elsa Morante and Pasolini in a miscellaneous  book   that will be published by   Purdue UP in 2004.
Ha svolto  conferenze, nella seconda metà degli anni ’90 in varie università americane(Georgetown, NYU, Yale…) e istituti di cultura(New York, Washington).
Da marzo ad agosto 2007  borsa Fulbright di ricerca a New York presso università Fordham di New York.
 

Peter Lorenz

Architetto, Peterlorenzateliers
Peter Lorenz fonda il suo primo atelier ad Innsbruck nel 1980. Laureatosi ad Innsbruck nel 1975, quindi a Venezia nel 1983, fonda un secondo ufficio a Vienna nel 1991. Da allora peterlorenzateliers ha gestito circa 350 progetti, un terzo dei quali ha visto la realizzazione pratica. Secondo la filosofia della “creatività tramite l’universalità” promossa da Peter, i suoi progetti sono stati elaborati in tutte le forme e le dimensioni, partendo dai lavabi fino ad arrivare alla progettazione urbana su larga scala. I lavori di peterlorenzateliers comprendono centri commerciali, progetti di interior design, lavori di ristrutturazione, quartieri residenziali, hotel e progetti multifunzionali... Le numerose vittorie nell’ambito di concorsi di architetture, le partecipazioni a giurie internazionali, i premi di ogni tipo e l’attività di insegnamento part time non fanno che confermare la sua competenza sul lavoro.
 

Paolo Lamber

Architetto
Nasce a Bressanone nel 1949.
Si laurea in Architettura a Venezia nel 1975.
Trasferitosi in Emilia Romagna nel 1981 fonda uno studio associato in cui tuttora lavora.
Ha progettato e realizzato numerosi edifici ricettivi residenziali commerciali e piani per aree residenziali, produttive e commerciali.
 

Federica Legnani

Comune di Bologna, Unità Pianificazione Urbanistica
Dottore di ricerca in ingegneria edilizia e territoriale, dipendente del Comune di Bologna, ha collaborato alla elaborazione di strumenti urbanistici comunali, tra cui Parma, Reggio Emilia, Cattolica e Bologna. Ha svolto attività didattica e di ricerca in molti atenei, è stata professore incaricato di Fondamenti di urbanistica all’Università di Parma e redattrice della rivista Urbanistica.
 

Patrizia Lugo Loprieno

EOS Environmental Consulting Gruop
Patrizia Lugo Loprieno, esperta di comunicazione, design e problematiche ambientali, nel 1990 ha fondato EOS ENVIRONMENTAL CONSULTING GROUP e, nel 1999 MÉTA, MEDIA ECOLOGY TECHNOLOGY ASSOCIATION, di cui è presidente. Vive e lavora tra Bruxelles e Milano. Autrice di ricerche e articoli sull’ecodesign, è stata redattrice della rivista GAP-Casa (1990-94). E' consulente dell'UNESCO e dell’UNEP per i progetti “Advertising for a Better World”, un’iniziativa per coniugare il mondo della pubblicità e dei media con le istanze del consumo sostenibile e “Youth X Change”, network per favorire la diffusione di stili di vita più sostenibili.
Dal 2001 è consulente di Assopiastrelle/Confindustria Ceramica per la quale ha ideato e gestisce il progetto di comunicazione integrata “S_TILES. La ceramica italiana verso la sostenibilità” (www.s-tiles.it).
 

Orazio Lo Presti

Esperto Trend Setting Firenze
Architetto, Designer e Docente ha articolato la propria attività integrando dinamicamente la sfera della ricerca a quella operativa.
- Ha progettato spazi per l'Habitat, Allestimenti e scenografie.(Areamoda Lineapelle, Prato  Expo/Evento Siderale, Don Chichiotte o dell'Attore..)
- Ha disegnato Collezioni di Tessuti, Abbigliamento, Accessori (M, di S. Elena, Viva’s, J.Novelli)         
- Ha operato nel settore Editoriale dello Styling, Forecasting e Illustrazione (Italian Fashion Report, Tesse, Obiettivo Moda,Tellus..)
- Collabora con Istituzioni Universitarie e Strutture di Formazione in Italia e all'Estero (Polimoda e Università Studi Firenze, Centro de Diseno Industrial e ORT di Montevideo..).
- Ricerca e coordina staff di ricerca Trend setting nel settore del Design e Sviluppo del Prodotto (Studio Designer's Two, Inventa, A.I.S. Associazione Italiana Stilisti, SCAM Training, Unione Stilisti Marche,  E.F.D.EuropeanFashionDesigners, ConfindustriaCeramica.).
 

Franco La Cecla

Antropologo e Architetto
Nota biografica
Antropologo e Urbanista, insegna Antropologia Culturale all’Università San Raffaele di Milano e all’EPFL di Losanna. Ha insegnato Antropologia Culturale a Venezia (IUAV), Barcellona (UPC), Berkeley (UCB). Ha pubblicato tra l’altro Perdersi, (Laterza), Il Malinteso (Laterza), Surrogati di presenza, Media e vita quotidiana (Bruno Mondadori), Modi Bruschi, (Bruno Mondadori), Contro l’Architettura (Bollati Boringhieri). E’ stato consulente di Renzo Piano, del Comune di Barcellona ed è presidente di ASIA, Architecture Social Impact Development. Ha realizzato insieme al regista Stefano Savona, i documentari “Sicilia Tunisia, un confine di specchi”, e per il Centre Pompidou “Gestualites indiennes, les portable en Inde”.
Con il suo documentario “I mari dentro” (2009) ha vinto il premio Coast Culture Prize nell’ambito del San Francisco Ocean Film Festival nel 2010.
Condividi su