Visitatori - Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password?
Clicca sulla tua area:
Visitatori - Giornalisti

Logo Costruire, Abitare, Pensare

Tornano gli appuntamenti di costruire abitare pensare, con la grande architettura internazionale 

Costruire, abitare, pensare è il programma culturale di Cersaie dedicato all’architettura e al design.

Mercoledì 16 dicembre Ángela García de Paredes (Paredes Pedrosa Arquitectos) e Fuensanta Nieto (Nieto Sobejano Arquitectos), hanno tenuto una conferenza nella quale sono stati illustrati i progetti dei due celebri studi con sedi a Madrid e Berlino. 

Fuensanta Nieto si è laureata alla Escuela Técnica Superior de Arquitectura di Madrid, la città dove è nata nel 1957, e ha proseguito i suoi studi alla Columbia University a New York. Nel 1985 ha fondato con Enrique Sobejano lo studio che porta i loro nomi, presente a Madrid e, dal 2007, con una sede anche a Berlino. Nieto ha insegnato o è stata presente nelle principali università in Europa e negli Stati Uniti.

Ángela García de Paredes è nata a Madrid nel 1958. Laureata presso Escuela Técnica Superior de Arquitectura di Madrid nel 1983, ha conseguito il PhD in Architettura presso l'Università Tecnica di Madrid nel 2015. Insieme all'architetto Ignacio García Pedrosa, ha fondato lo studio Paredes Pedrosa nel 1990, unendo la libera pratica della professione con l'insegnamento nelle più importanti facoltà di architettura spagnole e internazionali.

Guarda il video ↓

Alfonso Femia, Rudy Ricciotti e Marco Arioldi

Lunedì 21 dicembre é stata invece la volta di Alfonso Femia, Atelier(s) Alfonso Femia, Rudy Ricciotti e Marco Arioldi, Rudy Ricciotti Architecte.

Alfonso Femia È ideatore e co-fondatore di 5+1: lo studio, creato nel 1995 e diventato 5+1AA nel 2005, cambia poi la propria denominazione in Atelier(s) Alfonso Femia nel 2017. 
È stato docente alla Kent State University di Firenze, alle facoltà di Architettura di Ferrara e di Genova e visiting professor all’università di Hong Kong (Cina). 
Nel 2019, è stato insignito dall’associazione culturale LP della medaglia dalla Presidenza della Repubblica in qualità di direttore artistico della terza edizione della Biennale di Pisa. 
Tra i suoi progetti più recenti segnaliamo il Palazzo dei Frigoriferi Milanesi (2009), l'Università IULM Milano (2015), Les Docks de Marseille (2015), la nuova sede BNL-BNP Paribas/ a Roma (2016), la Dallara Academy a Parma (2018), The Corner Milano (2019).Recentemente si è aggiudicato i concorsi internazionali per la Prima Zecca di Italia a Roma, per un sistema ricettivo innovativo a Europacity /Parigi e per la nuova città dello Sport a Cosenza. Attualmente sono in corso i progetti urbani di La Ciotat, Montpellier, Lione, Tolosa, Avignone, Tashkent, Milano, Vicenza, Algeri, La Spezia e Roma.

Rudy Ricciotti (Algeri, 22 agosto 1952), Architetto e ingegnere, Grand Prix national d'architecture nel 2006, Médaille d'or de l'Académie d'architecture, Rudy Ricciotti è rappresentativo di questa generazione di architetti che combinano il potere creativo alla vera cultura costruttiva.
«Pioniere e ambasciatore del calcestruzzo, sublima i cementi innovativi in realizzazioni importanti come lo Stadium di Vitrolles – 1994, il Centro Coreografico Nazionale - Padiglione Nero a Aix-en-Provence – 2006, il museo Jean Cocteau di Mentone – 2011, il Dipartimento delle Arti dell’Islam del Museo del Louvre – 2012, il MuCEM (Museo delle Civiltà dell’Europa e del Mediterraneo) a Marsiglia – 2013, lo Stadio Jean Bouin a Parigi – 2013, il Ponte della Repubblica a Montpellier – 2014, il Memoriale del Campo di Rivesaltes – 2015, o ancora la Bordeaux Métropole Arena e il suo parcheggio aereo a Floirac – 2017, la Biblioteca Umanistica di Sélestat – 2018, il Fondo Regionale di Arte Contemporanea Normandie-Caen – 2019. Costruisce anche all'estero la Philharmonie Nikolaisaal a Potsdam in Germania – 2000, la Passerella della Pace a Seoul, Corea del Sud – 2002, il CIAC « La Boverie » (Centro Internazionale di Arte e Cultura) a Liegi, in Belgio – 2016. »
Rudy Ricciotti è anche autore di molti libri e opuscoli, tra cui Premières lignes nelle edizioni Cassis Belli – 2019, L'exil de la beauté nelle edizioni Textuel – 2019, Je te ressers un pastis ? nelle edizioni de l'Aube – 2019, Mémorial du Camp de Rivesaltes nelle edizioni Archibooks – 2016, Le béton en garde à vue nelle edizioni Lemieux Éditeur – 2015, En vain nelle edizioni Jannink – 2014, Conversations imaginaires “ou pas” nelle edizioni un autre Reg’Art – 2014, L’architecture est un sport de combat nelle edizioni Textuel – 2013, HQE nelle edizioni Le Gac Press – 2013.

Nato a Rovereto il 29 aprile 1977, Marco Arioldi é un architetto italiano laureato in Architettura al Politecnico di Milano.
Da oltre quindici anni esercita l’attività di architetto capo progetto in seno allo studio di Rudy Ricciotti (Grand Prix d’architecture 2006).
Per quest’ultimo é oggi responsabile della progettazione della futura « Manufacture de Mode » a Parigi: il nuovo quartier generale produttivo di 26000 m2 di uno dei piu’ importanti attori dell’alta moda francese e internazionale : Chanel.
Tra i cantieri realizzati sotto la sua direzione si distinguono: il Museo Cocteau a Mentone, la Casa del Lavoro di Saint Etienne, il complesso immobiliare L'Escabelle a Pessac et la riabilitazione della Torre Europa nel quartiere parigino della Défense.
Tra i concorsi più importanti vinti di recente: la Torre del Popolo di Clichy, il nuovo porto di Saint Cyprien e l'ecoquartiere del golf di Istres, in tandem con Ateliers Jean Nouvel e François Fontes.
Dal 2018 é uno dei due architetti associati di Rudy Ricciotti.

 
In collaborazione con:
Logo ProViaggiArchitettura
Con il supporto di:
Logo Ministero Affari Esteri - Italian Trade Agency - ICE

Condividi su