Contattaci
it| en
Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno
23-27 settembre 2019

Visitatori - Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password? Clicca sulla tua area:
Visitatori - Giornalisti

I protagonisti

 

Mohamadou Kouatè

Musicista

Nota biografica

Mohamadou Kouatè, in arte Dudù, griot figlio di griot, custode ed erede di una tradizione millenaria che ha portato in Italia, sbarcando a Messina nel 1988, è nato in Senegal.
Musicista polistrumentista, è membro stabile dello storico Art Ensemble of Chicago, è fondatore dello ZAYT TRIO e suona in diverse formazioni. La sua ricerca spazia tra la musica afro-jazz, la tradizione e la musica contemporanea. In Italia ha realizzato insieme al regista e musicista Alberto Nacci la colonna sonora del cortometraggio The moving town presentato al festival di Locarno. Ha registrato con il gruppo Odwalla due dvd e due cd. Lavora con la danza, il teatro e la poesia africana. Ha realizzato insieme al sassofonista bergamasco Guido Bombardiere il disco Pensieri Africani.

 

Francis Kéré

Architetto

Nota biografica

Francis Kéré è nato a Gando, una piccola città dell'Africa occidentale in Burkina Faso. Kéré ha studiato architettura in Germania, dove ottenne una borsa di studio conseguendo la laurea in architettura e ingegneria. Come primo figlio del capo del suo villaggio, suo padre ha permesso al figlio di frequentare la scuola anche se molti abitanti del villaggio consideravano l'istruzione occidentale convenzionale uno spreco di tempo. Parallelamente ha fondato la Fondazione Kéré (ex Schulbausteine für Gando eV) per finanziare la costruzione della Scuola Primaria Gando, il cui progetto ha ottenuto il prestigioso Premio Aga Khan nel 2001. Kéré continua a operare in Burkina Faso e in quattro diversi continenti. Ha sviluppato strategie di costruzione innovative che combinano materiali tradizionali e tecniche di costruzione con metodi di ingegneria moderni. Nel 2005 ha fondato il suo studio Kéré Architecture e da allora il suo lavoro ha ottenuto numerosi riconoscimenti prestigiosi come Global Award for Sustainable Architecture, BSI Swiss Architectural Award, Marcus Prize, Global Holcim Gold Award, and Schelling Architecture Award.

Kéré ha avuto l'onore di divenire membro del Royal Institute of British Architects (RIBA) nel 2009 e dell'American Institute of Architects (FAIA) nel 2012. Ha insegnato alla Harvard Graduate School of Design e alla Accademia di Architettura di Mendrisio in Svizzera.

 

Anna Kolomiyets

Open Workshop Hotel Labos 2015 - Architecture & Marketing
Получила образование (диплом, аспирантура) при Академии изобразительных искусств и архитектуры в Киеве (Украина), также в качестве журналиста пишет статьи для специализированных изданий об архитектуре и дизайне.
Работает при Open Workshop Hotel Labos в качестве координатора новых интернациональных курсов на русском языке Architettura & Marketing, организуемых ежемесячно в Милане для архитекторов и предпринимателей, посвященных вопросам проектирования и маркетинга в секторе HoReCa – Hotel Restaurant Cafè.
 

Michael Keith

Docente di Sociologia e Direttore di COMPAS Università di Oxford
Insegna sociologia ed è direttore di Compas (Centre of Migration, Policy and Society) all’Università di Oxford. Si occupa dell’interfaccia tra cultura, urbanizzazione e migrazioni, con particolare riferimento alle politiche dell’immigrazione e dell’integrazione nel Regno Unito e in Cina.
 

Zhang Ke

Architetto Standardarchitecture
Nota biografica
1998, Master in Architettura presso Harvard University, Graduate School of Design
1996, Master in Architettura e Urban Design presso Tsinghua University, School of Architecture
1993, Laurea in Architettura presso Tsinghua University, School of Architecture.
Ha fondato nel 2001 lo studio Standard Architecture, i cui progetti principali includono la realizzazione dell’Urban Backyard e la Wuyi Primary School Auditorium a Beijing, il Wuhan CRland French-Chinese Art Center, Qingcheng Mountain Teahouse a Chengdu, il Dongbianmen Ming Dynasty Relics Park sempre a Beijing e il Yaluntzangpu Boat Terminal in Tibet.
 

Kengo Kuma

Architetto

Nota biografica
Kengo Kuma nasce nel 1954. Consegue la Laurea Magistrale all’Università di Tokyo nel 1979. Dal 1985 al 1986 studia presso la Columbia University in qualità di visiting scholar. Nel 1990 fonda lo studio Kengo Kuma & Associates. Insegna presso la Keio University dal 2001 al 2008, l’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign nel 2008 e nel 2009 ottiene la cattedra alla Graduate School of Architecture presso l’Università di Tokyo. Tra le opere più importanti di Kuma figurano il Kirosan Observatory (1995), Water/Glass (1995, insignito dell’AIA Benedictus Award), lo Stage in Forest, il Toyoma Center for Performance Arts (che ha ricevuto l’Architectural Institute of Japan Annual Award nel 1997), lo Stone Museum (vincitore dell’International Stone Architecture Award del 2001), il Bato-machi Hiroshige Museum (vincitore del Murano Prize). Tra le opere più recenti, il Great Bamboo Wall (2002, Pechino, Cina), il Nagasaki Prefectural Museum (2005, Nagasaki) e il Suntory Museum of Art (2007, Tokyo). Anche all’estero si contano numerosi progetti imponenti, tra cui alcuni centri per l’arte a Besançon, in Francia, e a Granada, in Spagna, e un nuovo edificio del Victoria & Albert Museum nella sede di Dundee, in Scozia.
È il vincitore dell’International Spirit of Nature Wood Architecture Award del 2002 (Finlandia), dell’International Architecture Awards for the Best New Global Design per il “Chokkura Plaza and Shelter” nel 2007, e dell’Energy Performance + Architecture Award del 2008 (Francia). Kengo Kuma è inoltre un prolifico scrittore le cui opere sono tradotte in inglese, cinese e altre lingue.

Condividi su