Contattaci
it| en
Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno
24-28 settembre 2018

Visitatori - Espositori - Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password? Clicca sulla tua area:
Visitatori - Espositori - Giornalisti

Convegni e Seminari 2018
Lectio Magistralis - Richard Rogers

Martedì 25 Settembre ore 11,00
Europauditorium Palazzo dei Congressi

L’architetto e designer britannico pluripremiato Lord Richard Rogers, Premio Pritzker 2007,  terrà la Lectio Magistralis preceduta dall’introduzione dello storico dell’architettura Francesco Dal Co.

Tra le opere più note di Lord Rogers, il Centre Pompidou di Parigi, l’edificio Lloyd’s of London Insurance a Londra, il Palazzo della Corte Europea per i Diritti dell’Uomo di Strasburgo, il Daimler complex di Potsdamer Platz a Berlino.

ISTRUZIONI IMPORTANTI PER L’ACCESSO

1. Per assistere alla Lectio Magistralis è necessario presentare il BIGLIETTO D’INGRESSO a Cersaie 2018. Il biglietto si ottiene online sul sito www.cersaie.it/BIGLIETTERIA e/o, durante i giorni di manifestazione, presso gli appositi totem/pc collocati agli ingressi del quartiere fieristico.

2. Si segnala che l’evento è a numero chiuso. Per motivi di sicurezza, una volta raggiunta la capienza massima prevista per le suddette sale, i cancelli saranno chiusi e non sarà più possibile entrare.

3. L’apertura dei cancelli è prevista dalle ore 10.30 alle ore 11.00.

4. Gli architetti che necessitano di CFP dovranno recarsi presso gli appositi desk per firmare all’inizio e alla fine della Lectio.

E’ prevista la traduzione in italiano in oversound.

Relatori

Richard Rogers Leggi

Richard Rogers

Architetto

Nota biografica

L’architetto Richard Rogers si è aggiudicato il Pritzker Prize per l’architettura nel 2007, è stato insignito della RIBA Gold Medal nel 1985 e della Thomas Jefferson Foundation Medal nel 1999. Ha ricevuto il “Praemium Imperiale” per la categoria architettura nel 2000, il Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale di Venezia nel 2006 e la Tau Sigma Delta Gold Medal nel 2007. Richard Rogers è stato insignito della Legione d’Onore nel 1986 e del titolo di Sir nel 1991, nominato membro della Camera dei Lord (“Camera alta” del Parlamento britannico) nel 1996 e dell'Ordine dei Compagni d'Onore nel 2008.

È stato il primo architetto ad essere invitato, nel 1995, a tenere una lezione alle Reith Lectures della BBC, durante una serie dal titolo “Città per un piccolo pianeta”. Nel 1998 fu incaricato dal Primo Ministro britannico di presiedere la UK Government’s Urban Task Force, commissione governativa che avrebbe dovuto occuparsi dello stato delle città inglesi, della loro capacità di consentire la realizzazione di 4 milioni di nuovi alloggi e del loro potenziale di riqualificazione. La Urban Task Force ha riunito accademici, urbanisti, imprenditori edili, architetti e politici che hanno redatto l’autorevole rapporto finale “Towards an Urban Renaissance”, pubblicato nel 1999, il primo Rapporto del Governo britannico in favore della riconversione dei centri città e dei terreni abbandonati come alternativa alla dispersione urbana.

Negli anni ’80 e ’90 Richard è stato consulente del programma Grands Projets di Parigi, varato dal Presidente François Mitterrand, e dal 2000 al 2003 ha collaborato in qualità di esperto con il sindaco di Barcellona per l'Urban Strategies Council. Dal 2001 al 2008 ha lavorato come consulente capo di architettura e urbanistica per il sindaco di Londra, Ken Livingstone. In tale veste, Richard ha costituito il Dipartimento di Architettura e Urbanistica per promuovere l’utilizzo di siti industriali dismessi, la riqualificazione degli spazi pubblici e il miglioramento dei piani regolatori in tutta la capitale. È stato consulente anche del sindaco Boris Johnson, successore di Livingstone, e rimane tutt’ora un autorevole sostenitore di una migliore pianificazione urbana e dello sviluppo di città compatte come unica soluzione sostenibile per far fronte all’aumento della popolazione urbana.

Richard vanta una straordinaria esperienza nell’ambito della pianificazione territoriale urbana, avendo lavorato ai suoi principali progetti in città quali Londra, Berlino, Firenze, New York e Pudong, distretto di Shangai. Ha recentemente collaborato con Ivan Harbour ad un importante masterplan per Barangaroo South, una realizzazione ad uso misto sul lungomare di Sydney, in Australia. Ha inoltre partecipato al progetto Grand Paris, che vede il futuro della città nella creazione di un’area metropolitana maggiormente integrata, per affrontare le sfide sociali e ambientali del ventunesimo secolo.

Il concetto di piazza è da sempre una passione di Richard. Per lui le città sono fatte di persone, non di edifici, e ciò che conta è la vita che si svolge tra gli edifici. “Le città sono un palcoscenico su cui le persone si esibiscono e gli edifici sono le scenografie che fanno da cornice a tale performance. Un posto per tutti”.

Il lavoro di squadra rappresenta un altro elemento alla base del suo lavoro: “L’architettura è troppo complessa per essere affrontata da una persona sola… Amo la dinamica che si crea quando discipline diverse, dalla sociologia alla matematica, dall’ingegneria alla filosofia, si fondono per trovare delle soluzioni. Questa unione crea un ethos che è la miglior risposta alle esigenze del mondo moderno e un’estetica che ne è la miglior rappresentazione. Ai fini della chiarezza di un progetto, nessuno è più fondamentale di un cliente illuminato”.

Dopo aver ricoperto i ruoli di Direttore della Tate Gallery e di vice Presidente del Consiglio delle Arti di Gran Bretagna, Richard è oggi membro onorario del Museum of Modern Art di New York e membro dell’associazione Doctors of the World UK, nonché Presidente dell’organizzazione benefica National Communities Resource Centre.

Ha recentemente pubblicato l’autobiografia “Un posto per tutti”, che racconta la sua vita, i progetti e le idee per una società migliore.


chiudi
Francesco Dal Co Leggi

Francesco Dal Co

Architetto e Professore di storia dell'architettura, IUAV Venezia

Nota biografica

Laurea in architettura, Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV, 1970).

Cattedra di Storia dell'Architettura, IUAV, dal 1981.

Professor, History of Architecture, School of Architecture, Yale University (1982-1991).

Professore, Storia dell'Architettura, Accademia di Architettura dell'Università della Svizzera Italiana (1996-2005).

Direttore, Dipartimento di Storia dell'Architettura, IUAV (1995-2003).

Direttore, Sezione Architettura, La Biennale di Venezia (1988-1991).

Responsabile pubblicazioni di architettura della Casa Editrice Electa, dal 1978.

Curatore, Sezione Architettura, La Biennale di Venezia (1998).

Direttore della rivista “Casabella” dal 1996.

Senior Fellow, Center for Advanced Studies, National Gallery of Art, Washington DC.

Scholar, Getty Center, Santa Monica CA.

Membro del comitato di direzione, Society of Architectural Historians USA.

Dottore Honoris Causa in Ingegneria, Politecnico di Gand.

Accademico di San Luca, Roma.

Honorary Fellow Royal Institute of British Architects.


chiudi

Crediti formativi

la partecipazione a questa conferenza dà diritto a 3 cfp
in collaborazione con ProviaggiArchitettura

Condividi su