Visitatori - Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password?
Clicca sulla tua area:
Visitatori - Giornalisti

Convegni e Seminari 2014
L'architettura di Carme Pinós

Martedì 23 Settembre ore 15,00
Galleria dell'architettura - Gall.21/22

Relatori

Carme Pinós Leggi

Carme Pinós

Architetto

Nota biografica
Membro dell'Associazione degli Architetti della Catalogna dal 1987
Dottorato di ricerca internazionale del Royal Institute of British Architects dal 2012
Membro onorario dell'American Institute of Architects dal 2011
Membro del consiglio del Museo Nazionale di Architettura e Urbanistica della Spagna dal 2008

Dopo il riconoscimento internazionale per il suo lavoro con Enric Miralles in progetti come il Cimitero di Igualada, nel 1991 Carme Pinós fondò un proprio studio dando corso a progetti iniziati nel suo precedente incarico, come il Convitto di Morella.
Tra i suoi progetti recenti di maggior rilievo vi sono il Piano di Riqualificazione del centro storico di Saint Dizier (Francia), dove l'architetto sta svolgendo vari interventi negli spazi pubblici; l'edificio dei Dipartimenti del nuovo campus della Facoltà di Economia dell'Università di Vienna (Austria); e la Torre Cube II di Guadalajara (Messico). In Spagna, i suoi progetti comprendono il Centro Culturale Caixaforum e il Centro Esposizioni di Saragozza; il Palazzo della Regione del governo di Tortosa; l'ambientazione architettonica composta da Piazza Gardunya, la Scuola d'arte di Massana, un grande edificio residenziale e la facciata posteriore del famoso Mercato di Boqueria nel Centro Storico di Barcellona; un grande edificio di case popolari nel quartiere di Vallecas (Madrid).
Tra le sue opere premiate finite più ragguardevoli vi sono il Ponte Pedonale di Petrer (Alicante), il Lungo Mare Juan Aparicio di Torrevieja e la Torre Cube I di Guadalajara (Messico), i cui modelli sono stati acquisiti dal MOMA nel 2006. Nel 2010 anche il Centro Pompidou ha acquisito, tra gli altri, modelli in scala del progetto Caixaforum di Saragozza e dell'Hotel Pizota in Messico.
Carme Pinós ha ricevuto molti premi, tra cui il National Architecture Award dell'Alto Consiglio degli Architetti Spagnoli (1995), il Premio dell'Associazione Professionale degli Architetti della Comunità di Valencia (2001), il premio 'AraCatMon' dell'Associazione Professionale degli Architetti della Catalogna (2005), il Primo Premio alla Biennale spagnola di Architettura (2008), il Premio Nazionale per l'Architettura Pubblica del Governo Catalano (2008) e il Premio A-Plus per la migliore carriera professionale nel 2013.
Carme Pinós alterna il suo lavoro di architetto ad attività didattiche e ha partecipato a seminari, corsi di formazione e workshop. È stata anche professoressa ospite all'Università dell'Illinois ad Urbana-Champaign (1994-1995), alla Kunstakademie di Düsseldorf (1996-1997), alla Columbia University di New York (1999), all’Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna (2001-2002), alla Harvard University Graduate School of Design (2003), alla Accademia di Architettura di Mendrisio in Svizzera (2005-2006) e all'Universitá di Roma Tre (2007-2008), tra le altre.
Nel 2012 Carme Pinós ha lanciato OBJECTS, una collezione di prodotti disegnati, prodotti e commercializzati dal suo stesso studio.


chiudi
Fulvio Irace Leggi

Fulvio Irace

Architetto e Docente di Storia dell'Architettura Politecnico di Milano
Nota biografica
Fulvio Irace è Professore Ordinario di “Storia dell’Architettura” presso il Politecnico di Milano dove occupa la cattedra di Storia dell’Architettura Contemporanea presso la Facoltà di Architettura Civile e la Facoltà di Design, Visiting Professor presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio, membro del Collegio dei Docenti del corso di Dottorato in “Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica” del Politecnico di Torino.
Fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Vico Magistretti ed è nel board of trustees della Fondazione Piano.
Nel 2008-2009 è stato membro della giuria del Mies Van Der Rohe European Prize.
Dal 2005 al 2009 è stato membro del Comitato Scientifico della Triennale di Milano e curatore del settore Architettura e Territorio.
Tra i fondatori dell’associazione nazionale AAI ( Archivi di Architettura Italia) è tra i promotori della sezione “Architettura e Design” del CASVA ( Centro Alti Studi e Valorizzazione delle Arti) del Comune di Milano.
Redattore per l’architettura di “Domus” e “Abitare”, ha collaborato con le principali riviste di settore nazionali e internazionali, ricevendo nel 2005 il premio Inarch Bruno Zevi alla critica d’architettura. Dal 1986 è opinionista d’architettura per il supplemento domenicale de “Il Sole 24 Ore”.
Attento alle problematiche storiografiche dell'architettura italiana tra le due guerre, cui ha dedicato l'impegno di diverse mostre e libri, in tempi più recenti, il suo studio si è concentrato sull’architettura italiana contemporanea e sulla figura di Renzo Piano, oggetto di numerose monografie e di un’importante mostra alla Triennale di Milano.
Nel campo della critica e della metodologia storica è autore di: “Dimenticare Vitruvio”, 2001 e 2008; “Le città visibili: Renzo Piano” 2006; “Divina Proporzione”, 2007; “Gio Ponti.”, 2009.
Numerose le mostre di architettura da lui curate.

chiudi

Video del Convegno

Video interviste

Carme Pinós
Fulvio Irace
Condividi su