biglietto
omaggio

Visitatori – Tessere Espositore – Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password?
Clicca sulla tua area:
Visitatori - Giornalisti

Arredo bagno e sanitari: l’esposizione al Cersaie

Grazie a comfort, innovazione e funzionalità il bagno è diventato uno dei luoghi più intimi della casa, che può accrescere il benessere e quindi la qualità della vita quotidiana. Pertanto, estetica, praticità e sostenibilità devono riuscire ad incastrarsi in un connubio perfetto. Vi sveliamo tutte le tendenze in fatto di design nel panorama internazionale.

Nuove tendenze al Salone Internazionale della Ceramica

Cersaie è il Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno, la manifestazione fieristica più rinomata nel settore. Appassionati ed aziende aspettano ogni anno l'imperdibile appuntamento a Bologna Fiere per poter ammirare le ultime tendenze nel campo dell'arredo bagno dalla scelta dei materiali (che strizzano sempre di più l'occhio a temi inerenti la sostenibilità ambientale), ai colori e ai singoli accessori presenti nell'ambiente.

L'importanza del business matching per i produttori

Bagno e sanitari acquisiscono un'autonomia sempre maggiore nel campo dell'arredamento d'interni, rendendo necessario per i produttori un aggiornamento costante. La Fiera Cersaie offre un ambiente fertile e in pieno fermento, promuovendo il confronto tra i vari professionisti del settore in una visione di network commerciale.
Il business matching per i produttori di bagni e sanitari, così come per i contractors e i rivenditori, è un'importante occasione di aggiornamento non solo sulle novità del mercato italiano, ma anche sulle ultime tendenze di respiro internazionale.

Perché gli espositori scelgono Cersaie?

Cersaie non è solo la messa in vetrina dei migliori prodotti nel campo della ceramica e dell'arredo bagno, ma vuole regalare ai professionisti che vi si recano l'opportunità di una costante crescita personale. Basti considerare che solo lo scorso anno sono stati accolti ben 62.943 visitatori, sia italiani che stranieri, sia professionisti che visitatori. Numeri ancora più significativi se si pensa che il 2021 ha registrato complessivamente un calo nel turismo nazionale e internazionale. Professionisti e visitatori hanno però risposto positivamente a Cersaie, riconoscendo la qualità della manifestazione e presentandosi numerosi all’appuntamento annuale.
Le occasioni di incontro e scambio sono quindi molto vaste e pregne di stimoli, specialmente se si vuole entrare a far parte di un network commerciale che comprende i top player di mercato provenienti da 28 Paesi diversi.

La fiera che anticipa il Trend

Essere rappresentati come espositori per arredo bagno da Cersaie è sinonimo di qualità. Già durante la scorsa edizione, ad esempio, le proposte e le presentazioni dei prodotti hanno anticipato i trend che hanno poi caratterizzato l'intero anno. Prima fra tutte le tendenze, l'uso di rivestimenti e pavimenti di grande formato in modo da simulare l'effetto marmo in bagno.
Il ricorso al total look ha sbaragliato, usando lo stesso materiale sia per i rivestimenti che per i sanitari. Il principale protagonista delle tendenze emerse è stata la ceramica che ha interpretato il desiderio diffuso di un nuovo contatto col mondo esterno attraverso colori pastello e decori a tema naturalistico. Dal minimalismo alla ricerca del dettaglio prezioso, l'arredo bagno esposto alla Fiera 2021 ha regalato tante sorprese.

Sanitari in ceramica all'insegna della sostenibilità

Nell'inseguire le ultime tendenze è dunque fondamentale lo scambio tra aziende e professionisti. Nel campo dell'arredo bagno e dei sanitari in particolare diventa sempre più urgente porre attenzione al tema della sostenibilità e alla selezione dei materiali. Produttori, contractors e rivenditori non potranno evitare di tenerne conto.
Nel 2022 le tendenze prediligono prodotti per arredo bagno in materiali realizzati dal riciclo delle materie prime nel nome di una svolta ecologica. Il beneficio per l'ambiente si traduce in una minore produzione di CO2 laddove si ricerchino materie prime in grado di abbassare le temperature di cottura per ridurre le emissioni durante la produzione. Anche gli scarti crudi e cotti possono essere riciclati, recuperando quelli di altre aziende del settore.
In fase di depurazione (specialmente nel caso della ceramica) si possono ulteriormente ridurre le emissioni rivolgendosi agli impianti appositi e selezionando prodotti apiombici per le applicazioni e le decorazioni ornamentali.
La produzione dei prodotti per l'arredo bagno non termina con la realizzazione del prodotto, ma con il processo di packaging. In tal caso i sanitari potrebbero essere imballati con cartone riciclato e riciclabile, preferendo l'uso di termoretraibili.
Tra i migliori materiali in termini di sostenibilità si classifica a pieni voti proprio la ceramica (frequente nella produzione dei sanitari). Le sue caratteristiche prevedono spontaneamente già elementi di sostenibilità, come l'elevata durabilità (tra 50 e 75 anni) e l'inerzia del materiale, che facilita il riciclo degli scarti.

Le ultime mode per i produttori sanitari

La Fiera Cersaie a Bologna esporrà i sanitari e i bagni di tendenza 2022 in una 5 giorni dedicata alla qualità dei prodotti e al networking. In linea di massima le mode di quest'anno si orientano verso l'alternanza del bianco e del nero, la lucentezza di piastrelle diamantate e il carattere di contrasti optical, ammorbiditi dalle linee sinuose dei sanitari.
In alcuni casi si riscopre il bagno vintage o retrò, specialmente nelle linee eleganti e ricercate, nelle curve dell'Art Nouveau o nelle geometrie pulite. È un tipo di design molto particolare in grado di far viaggiare la fantasia verso un altro secolo e regalare suggestive atmosfere. Ai modelli che si ispirano al passato, però, vengono abbinati elementi moderni, tecnologie attuali che innovano e migliorano l'esperienza dell'ambiente. Si pensa alle finiture, al risparmio idrico (grazie ad una rubinetteria che guarda alla sostenibilità ambientale), all'applicazione di filiere produttive certificate.
Come design per l'arredo bagno torna anche lo stile liberty principalmente nella scelta degli accessori per conferire fascino, realizzando uno spazio inteso come sede del benessere. È fondamentale preservare sempre un equilibrio d'insieme e complessivo, raggiunto grazie alla coerenza dei singoli elementi che compongono l'ambiente del bagno.

Rifare il bagno conviene: cos’è il Superbonus 110

Gli incentivi alla ceramica previsti dal Superbonus sono confermati nel 2022 per tutti gli addetti ai lavori. In seguito alla necessità di riqualificazione del patrimonio edilizio italiano, dovendo apportare interventi antisismici e di efficientamento energetico, era stato presentato il Superbonus con il decreto Rilancio del 2020. La ceramica, e in particolare le piastrelle, hanno avuto un'importante rivalutazione sul mercato proprio grazie alle caratteristiche naturalmente sostenibili, prima fra tutte la facilità del riciclo.
Il convegno Ceramica e laterizio che si è svolto lo scorso anno a marzo presso la sede di Confindustria Ceramica, ha posto l'attenzione sulle incentivazioni fiscali per l'uso di lastre e piastrelle ceramiche, laterizi, ceramica sanitaria ed arredobagno. A seguito di tale valutazione sono emersi moltissimi ambienti delle case dove potrebbero essere possibili interventi agevolati.
Con la conferenza "Superbonus ed incentivi per la ceramica", tenutasi dopo 6 mesi nell'ambito di Cersaie, è stato reso evidente come la riqualificazione sia l'azione trainante del mercato. Recentemente si è verificata l'approvazione della legge di Bilancio 2022 che ha confermato alcuni incentivi fiscali relativamente alla ristrutturazione degli immobili residenziali. In molti casi la scadenza è stata prolungata al 2025 e in tal modo è stata ampliata la possibilità di cogliere tale opportunità.
A questo si aggiunge il Decreto Legge n.152 del 6 novembre 2021 con il quale sono state allocate risorse per la riqualificazione delle strutture ricettive e dell'ospitalità. A seconda dei casi è possibile beneficiare di detrazioni anche pari al 100% del valore della fornitura o cedere il credito fiscale maturato.

Chi può ricevere gli incentivi fiscali?

Il Bonus residenziale prevede incentivi fiscali per riqualificare le abitazioni e i condomini e fornisce i necessari dettagli per riuscire ad orientarsi tra gli svariati interventi agevolabili, le percentuali di applicazione, le scadenze e i massimali della spesa. Approfondire bene la normativa fiscale è fondamentale specialmente in merito all’utilizzo della ceramica nelle parti comuni condominiali e nelle singole unità abitative, essendoci per i diversi ambienti diverse opportunità di incentivazione per i materiali.
Il Bonus alberghi prevede incentivi fiscali per riqualificare le strutture ricettive e l’ospitalità. Fornisce tutte le informazioni utili inerenti alle norme fiscali e specifica quali siano le imprese del settore turistico che traggono benefici dal Superbonus, sempre con uno sguardo attento all’uso di piastrelle e ceramica sanitaria. Alcune delle strutture beneficiarie sono ad esempio alberghi, agriturismi, stabilimenti balneari, complessi termali e porti turistici.

Condividi su