biglietto
omaggio

Visitatori – Tessere Espositore – Giornalisti

Accesso diretto all'area di tua pertinenza

Hai dimenticato username o password?
Clicca sulla tua area:
Visitatori - Giornalisti

Ceramica e design: l’esposizione al Cersaie

Colori vividi e atmosfera avvolgente. Sono queste le prerogative della ceramica secondo le ultime tendenze del design internazionale. Grazie alla sua versatilità si inserisce perfettamente in tutti gli stili indoor e outdoor, vestendosi di colori e decorazioni per valorizzare la casa e i suoi spazi. La ceramica riconferma il suo enorme valore anche agli occhi dei professionisti di settore esteri, rendendo più proficua che mai una manifestazione fieristica come Cersaie, che mette in contatto aziende e professionisti italiani ed esteri.

L’arte della ceramica al Salone Internazionale

La creatività ceramica è al centro di un processo in continuo sviluppo, atto a migliorare costantemente le qualità sia tecniche e prestazionali che estetiche e compositive. Il Salone Internazionale della Ceramica offre il più ampio ed articolato spazio e rilevanza proprio a questo materiale altamente flessibile e adattabile, in grado di ricreare qualsiasi atmosfera per ambienti pubblici e privati attenti al design.
All’interno della manifestazione fieristica se ne possono apprezzare le caratteristiche più variegate: forme, spessori, formati, superfici, finiture, colori e decori, applicazioni e schemi di posa in linea con le ultime tendenze del design da interni e da esterni.
La capacità di valorizzare gli ambienti della casa, anche solo con singoli elementi, rende la ceramica un ottimo elemento per la valorizzazione degli spazi interni. Non solo singole piastrelle dai formati e colori più disparati per personalizzare il design, ma anche schemi di posa innovativi e inseriti in soluzioni compositive trasversali.
Cersaie 2022 comprende infatti la Città della Posa, uno spazio esclusivamente dedicato alle tecniche di posa per progettisti e posatori. Formazione e aggiornamenti nonché confronto tra professionisti: tutto questo concentrato nei 5 giorni della Fiera.

Rete di contatti, confronto e possibilità di crescita per professionisti

Cersaie offre una possibilità unica di interagire con i professionisti del design internazionale. Produttori, contractors, rivenditori insieme in una 5 giorni all’insegna dell’aggiornamento e della crescita professionale, realizzata attraverso la conoscenza diretta delle più innovative e recenti soluzioni estetiche e di design.
Le possibilità di accrescimento reciproco sono condensate ed esponenziali, grazie alla creazione spontanea di un network commerciale che include i top player del mercato internazionale provenienti da 24 Paesi diversi.
La Fiera apre le sue porte anche ai visitatori privati, fornendo l’opportunità di toccare con mano i prodotti esposti, tra i quali piastrelle e accessori in ceramica, e di chiedere consulenze professionali e consigli per ristrutturare casa o rinnovare gli ambienti. L’incontro e il confronto con il cliente favoriscono le aziende espositrici nel comprendere i gusti e le tendenze del mercato.

Perché gli espositori scelgono Cersaie?

Esporre al Cersaie significa inserirsi in un contesto che apre le porte al mercato italiano ed estero. L’attenzione dedicata a professionisti ed aziende non si limita a creare un luogo di confronto dove rafforzare la propria rete di contatti, ma coinvolge anche il campo della formazione. Seminari e aggiornamenti che erogano crediti formativi sono infatti previsti per tutto l’arco della 5 giorni della Fiera. Cersaie è concreto, una delle poche fiere dove ancora si fanno veri affari.
La possibilità di una proficua contaminazione è dimostrata anche dai dati. Basti pensare che Cersaie 2021 ha accolto ben 62.943 persone tra italiani e stranieri. Nonostante fosse un anno durante il quale gli spostamenti erano ridotti al minimo, professionisti e visitatori si sono recati al Salone, apprezzando la qualità e l’esclusività degli espositori.

La Città della Posa per progettisti e posatori

La Fiera Cersaie dedica uno spazio apposito al mondo della posa per progettisti, posatori e rivenditori. La Città della Posa offre approfondimenti di carattere pratico e teorico sulle tecniche e gli schemi di posa, ma non solo. I posatori e i produttori di piastrelle in ceramica vengono messi al centro dell’attenzione e tutelati anche per quanto concerne norme e regolamenti, dando la possibilità di entrare in contatto con un’associazione creata proprio per soddisfare esigenze e curiosità di natura legale.
Nella Città della Posa si possono anche ammirare i migliori professionisti della posa all’opera, assistendo a dimostrazioni live. In questo modo sarà possibile scoprire nuove tecniche o migliorare quelle già conosciute, ma anche trovare risposta a problemi pratici grazie al confronto con professionisti dalla comprovata esperienza sul campo.
Dalla progettazione alla posa e alla manutenzione: in questo spazio vengono approfonditi tutti gli step per migliorare le tecniche di posa e le composizioni realizzabili.

Qualità e modernità: i segni distintivi della Fiera

La Fiera della Ceramica Cersaie a Bologna Fiere da molti anni si caratterizza per la qualità dei prodotti esposti, sempre in linea con le ultime tendenze nel campo del design e architettura. Con uno sguardo volto al mercato internazionale, ha spesso anticipato le mode assumendo un ruolo di riferimento per i professionisti della ceramica. 
Già nel corso del Cersaie 2021, ad esempio, veniva anticipato il grande ricorso a particolari soluzioni della ceramica in gres porcellanato per il design da interni e per le sue caratteristiche flessibili, estetiche, piacevoli al tatto e salubri. Ideale per finiture, lastre, rivestimenti e pavimenti, il gres porcellanato si adatta bene anche alla produzione di accessori e complementi di arredo - quali ad esempio top per bagni e cucine, ante per mobili, piani di appoggio per tavoli - che arricchiscono e conferiscono personalità all’ambiente.
Un altro grande trend, anticipato durante l’edizione dello scorso anno, ha interessato gli schemi di posa. Un nuovo sguardo alle finiture, alle tecniche e alle composizioni ha declinato piastrelle e ceramiche colorate in base al design da interni e da esterni: arredamenti per cucine, bagni e soggiorni, ma anche zone di passaggio tra gli ambienti. La ceramica riveste in continuità pareti e mobilio con una coerenza armonica determinata dall’uso del medesimo materiale su molteplici superfici.

Ceramiche artistiche e decorazioni guidano i trend del design

Nel design si fa sempre più impellente la voglia di legare l’ambiente domestico alla natura, con soluzioni di continuità dall’interno all’esterno, rese possibili proprio grazie alla ceramica. Le piastrelle in ceramica per esterno aiutano a ricreare l’atmosfera di un nido protettivo a cavallo tra il mondo della natura e la sicurezza della casa. Nei giardini con l’arredo dell’outdoor design si afferma sempre di più l’utilizzo di pavimenti e rivestimenti in ceramica, che si adattano perfettamente anche all’estetica domestica grazie all’abbinamento con tavoli per esterni, camminamenti, muri perimetrali e piscine.
Tra le principali tendenze, emerge l’uso di piastrelle in gres porcellanato per la pavimentazione di giardini. In questo modo, infatti, si possono facilmente posare a secco su erba, ghiaia o sabbia piastrelle in ceramica per esterno antiscivolo e resistenti agli agenti atmosferici.
Anche nel design da interni risuona il legame con la natura, attraverso soluzioni geometriche e floreali oppure con la scelta di particolari schemi di posa (come la posa a chevron ungherese che si presta bene al motivo del foliage). Un’idea di tendenza per personalizzare ulteriormente gli ambienti è data da applicazioni e decorazioni in ceramica con interessanti effetti tridimensionali.
Il design in Italia e all’estero punta sulla cura del dettaglio e l’attenzione al particolare. Le piastrelle si popolano di motivi floreali o faunistici grazie alle diverse possibilità offerte dal materiale primario. Piastrelle e finiture in ceramica diventano un elemento artistico che trova ispirazione nell’arte e nella moda, riprendendone colori, decorazioni, grafiche e pattern. La ceramica si guadagna così un posto sempre più importante all’interno della decorazione d’interni, allargando i confini della personalizzazione e dell’estetica.
Le tendenze del design valide per le case e gli ambienti residenziali, si estendono anche ai luoghi pubblici destinati al benessere. Le strutture ricettive come alberghi e agriturismi e di wellness - come spa, saune e piscine - ricreano atmosfere sempre più rilassanti, seguendo le stesse caratteristiche estetiche in voga per gli interni. Inoltre, possono godere delle qualità della ceramica che ne fanno un materiale flessibile, adattabile e facilmente uniformabile al resto dell’arredamento.

Il Superbonus 110 dà nuova energia al settore

Il Superbonus 110 offre nuove opportunità al mondo della ceramica e delle piastrelle. Con la risonanza avuta dai dibattiti sull’ecosostenibilità dei materiali, negli ultimi anni la ceramica è stata uno dei materiali prediletti da architetti e progettisti nel realizzare ambienti esteticamente belli, funzionali e personalizzabili. Con la conferenza “Superbonus ed incentivi per la ceramica”, svoltasi alla Fiera Internazionale Cersaie lo scorso anno si erano già dimostrati i risvolti positivi che una riqualificazione avrebbe avuto sul mercato nazionale.
La successiva approvazione con la Legge di Bilancio 2022, ha confermato l’erogazione di incentivi fiscali per la ristrutturazione di condomini ed appartamenti. Un’opportunità resa ancora più concreta dal prolungamento, in molti casi, della scadenza al 2025. Per quanto riguarda invece le strutture ricettive e dell’ospitalità, si fa capo al Decreto Legge n.152 che prevede un’ulteriore allocazione delle risorse per la loro riqualificazione. A seconda dei casi è possibile ottenere anche una detrazione pari al 100% del valore della fornitura oppure la cessione del credito fiscale maturato.

Chi può ricevere gli incentivi fiscali?

Il Bonus residenziale è destinato alla riqualificazione delle case, più specificatamente delle abitazioni e dei condomini. Gli incentivi fiscali erogati in questo caso dipendono anche dalle attività da svolgere. Il Superbonus fornisce ulteriori indicazioni in merito agli interventi agevolabili, le percentuali di applicazione, le scadenze e i massimali della spesa. La normativa fiscale regolamenta l’utilizzo della ceramica e delle piastrelle nelle parti comuni condominiali e nelle singole unità abitative, dato che prevede diversi incentivi per diversi ambienti e materiali.
Il Bonus alberghi è destinato alla riqualificazione delle strutture ricettive e dell’ospitalità. Gli incentivi fiscali sono determinati non solo dalle norme fiscali, ma soprattutto dalle tipologie delle imprese nel settore turistico che possono richiedere il Superbonus. Alberghi, agriturismi, stabilimenti balneari, complessi termali e porti turistici, ad esempio, possono usufruire delle agevolazioni fiscali in particolare per lavori relativi all’uso delle piastrelle e della ceramica sanitaria.

Condividi su